Ricerca X

Ispirandosi a un modello, che si sviluppa nel campo della produzione artistica nei paesi del nord Europa, Ricerca X si propone di offrire spazi e servizi a supporto della ricerca e ricerca applicata nel campo della performance e della coreografia con l'obiettivo di sviluppare processi creativi, a supporto traiettorie artistiche e per aprire un discorso sulla produzione artistica in rete con i luoghi della scena performativa. Il progetto pilota (ottobre 2015 - novembre 2016) getta le basi per uno spazio di lavoro per le arti dello spettacolo che mira a sostenere la produzione artistica, implementare la condivisione di pratiche, offrire un'autoeducazione continua basata sull'orizzontalità, tutoraggio (peer-coaching), e incoraggiare il discorso con altre agenzie di campi correlati sull'ecosistema delle forme d'arte performative, visive e ibride.

Il progetto si compone di due linee di intervento:

1. Sostenere lo sviluppo di traiettorie artistiche attraverso periodi di residenze condivise - "pratiche di condivisione"
2. Favorire il discorso sull'ecosistema della produzione artistica proponendo talk e simposi. Negli incontri “pratiche di pensiero” artisti, teorici, professionisti riflettono con il pubblico sulla micro e macro drammaturgia dell'attuale sistema di produzione artistica.

Questo progetto nasce grazie alla significativa esperienza e al dialogo con A.pass ( advanced performance studies), centro di ricerca artistica, con sede a Bruxelles, e il progetto peer-coaching avviato e curato dalla Compagnia Blu, a Sesto Fiorentino.

Crediti : concept di Carlotta Scioldo, Erika di Crescenzo in collaborazione con Ambra Pittoni, Francesco Dalmasso (sviluppo e organizzazione) Andrea Macchia (grafica, web, foto) con il sostegno di Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione con Università degli Studi di Torino e Zerogrammi / Casa Luft peercoaching Company Blu.